ServiziMenu principaleHome
Home > INFORMAZIONI > AIOMNEWS > QUADERNO > PREMI AIOM 2022: A STEFANO CASCINU ALLA CARRIERA, A SABINO DE PLACIDO 'ANGELO DI LEO'

PREMI AIOM 2022: A STEFANO CASCINU ALLA CARRIERA, A SABINO DE PLACIDO 'ANGELO DI LEO'

Il Premio alla Carriera “Gianni Bonadonna” è stato vinto da Stefano Cascinu, a Sabino De Placido il premio "Angelo Di Leo" consegnati durante la cerimonia inaugurale da Saverio Cinieri (presidente AIOM) e Francesco Perrone (presidente eletto AIOM).

La società scientifica ha deciso di tributare il “contributo scientifico in ambito oncologico e la particolare attenzione dedicata alla crescita personale, scientifica e professionale dell’oncologia medica nazionale e internazionale” del prof. Stefano Cascinu (Direttore del Dipartimento di Oncologia Medica dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano e Professore di Oncologia Medica presso l’Università Vita-Salute San Raffaele e Past President di AIOM). “Ho avuto l’onore di guidare questa nostra Società Scientifica per tre anni in un momento, tra l’altro, molto difficile - ha affermato Cascinu -. L’AIOM è davvero la casa comune dell’oncologia italiana che rimane una delle eccellenze assolute del nostro sistema sanitario nazionale. Ringrazio quindi tutti i Soci AIOM per il prestigioso premio che hanno deciso di conferirmi”.

A Sabino De Placido, invece, è stato consegnato il Premio “Angelo Di Leo” per la promozione dell’attività di ricerca clinica in Italia. Il professore dell’Università Federico II di Napoli è stato premiato per la sua “menthorship che ha dato vita ad una generazione di brillanti oncologi medici, i quali hanno disseminato i suoi insegnamenti su tutto il territorio nazionale”. “Un premio importante che mi ha emozionato, sono onorato di ricevere questo premio dall’AIOM che rappresenta l’oncologia medica nel mondo e perché è dedicato ad Angelo di Leo, un collega e una persona eccezionale. Infine, sono orgoglioso di aver ricevuto questo premio perché vengono premiate la ricerca e la didattica, la mia funzione di docente guida nei confronti degli allievi e la mia capacità di mentorship a cui tengo molto.” – afferma il prof. Sabino De Placido.

Quest’anno il Premio “Dino Amadori” non è stato vinto da un clinico ma dal Generale di Corpo d’Armata Francesco Paolo Figliulo “per le azioni encomiabili che ha egregiamente svolto nella gestione della campagna vaccinale contro il Covid”. Tanti i premi vinti dai giovani oncologi: il Premio AIOM-Molteni “Management of Cancer Pain” a tre vincitrici: Antonella Galiano (prima classificata); Irene Giunnubilo (secondo posto) e Irene Alabiso (terza classificata). A Brigida Maiorano è stato consegnato il Premio AIOM-Merck “Soluzioni clinico-assistenziali volte a miglioramento della selezione o gestione di pazienti con Tumori Uroteliali candidabili a trattamento medico”. Infine, il premio giornalistico AIOM “Giovanni Maria Pace” è stato vinto da Irma D’Aria (giornalista scientifica del gruppo editoriale GEDI) e Barbara Gobbi (vice-caposervizio del Sole 24 Ore).