ServiziMenu principaleHome
Home > INFORMAZIONI > AIOMNEWS > QUADERNO > XXIV CONGRESSO AIOM: GRANDE SUCCESSO!

XXIV CONGRESSO AIOM: GRANDE SUCCESSO!

Un Congresso finalmente in presenza che ha riunito per tre giorni a Roma la comunità oncologica nazionale. Un evento scientificamente rilevante, tante le novità, le sessioni educazionali, un programma fitto, aule piene e grande partecipazione dei giovani. Un congresso aperto alla comunità scientifica ma anche ai pazienti, ai caregiver e ai media attraverso le tante interviste in diretta dagli studi di Aiom TV.

La grandissima partecipazione al Congresso - il primo giorno abbiamo registrato 2475 iscritti, la più alta partecipazione ad un Congresso Nazionale AIOM nella storia di AIOM - testimonia che abbiamo costruito un evento attrattivo e che era tanta la voglia di tornare in presenza.

Mi sono commosso durante la Cerimonia Inaugurale, davanti ad un Auditorium così gremito. In questi due anni e mezzo, abbiamo affrontato e gestito un evento apocalittico ma l’abbiamo superato.

La storia della nostra Società Scientifica è iniziata il 7 novembre 1973 e, come scritto nell’Atto costitutivo, AIOM ha lo scopo di riunire i cultori dell’Oncologia Medica al fine di promuoverne il progresso nel campo sperimentale, clinico e sociale. Il Presidential Address si è aperto con il videomessaggio di Silvio Brusaferro, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità e poi ho mostrato con orgoglio i numeri dei soci, 2653 (al 19 settembre 2022), in netto aumento in pochi mesi (erano 2422 il 4 febbraio 2022). Dal 1973 al 2019 si sono succeduti 19 Presidenti AIOM e 23 Consiglio Direttivi Nazionali. Nei due anni difficilissimi della pandemia, alla guida della Presidenza c’è stato Giordano Beretta, che ringrazio. Siamo pronti ad affrontare il prossimo incremento di casi di cancro. Si prevede che, nel mondo, passeranno da 19,3 milioni nel 2020 a 28,9 nel 2040. Abbiamo gli strumenti, a partire dalle Raccomandazioni plurisocietarie, grazie al grande impegno del Prof. Antonio Russo. Dobbiamo essere orgogliosi del lavoro svolto, il nostro contributo nella lotta contro i tumori è decisivo. L’attività media si affianca a quella strettamente scientifica. I social non vanno trascurati, perché la condivisione è parte della cura. Nell’era dei social si raccontano le ansie, le paure, le rabbie, le depressioni. Dobbiamo dare spazio alla forza delle storie: dal tabù del ‘brutto male’ alla voglia di raccontare il proprio percorso. Durante questo anno con l’attività stampa classica sono stati raggiunti ben 47 milioni di lettori. AIOM TV è la web Tv ufficiale di AIOM. Sono 1.131 gli iscritti al canale, che è stato sottoposto a un restyling grafico a febbraio 2022, e sono 22 le playlist (tra le più viste, Test genomici, Farmaci Agnostici e FICOG). Nel periodo fra ottobre 2021 e settembre 2022, sono stati pubblicati 405 video (177 nel 2022) e sono state 530.869 le persone raggiunte. AIOM è presente sui social Instagram, Facebook, Twitter e Linkedin, ed ecco i dati (periodo ottobre 2021 - settembre 2022): 1.275 i contenuti pubblicati, 711.192 le persone raggiunte, 18.369 i follower totali.

La pandemia ci ha lasciato in eredità alcune esperienze positive come l’appuntamento ormai consolidato: ‘Mercoledì dell’Oncologia’. Anche il nostro sito web (aiom.it) continua a evidenziare numeri significativi, inclusa la sezione dedicata agli studi clinici. Tante le attività svolte in questo anno come le “Giornate dell’etica in Oncologia” quest’anno svolte ad Assisi.

Il WG AIOM Giovani, coordinati da Lorena Incorvaia, sta svolgendo un lavoro importantissimo. Hanno promosso un gruppo Facebook privato, che conta più di 650 membri. Le Linee di indirizzo sull’attività fisica stilate in collaborazione con il Ministero della Salute e la campagna #iononsonoilmiotumore, un progetto di Fondazione AIOM che ha il pieno sostegno di AIOM. Si tratta di una battaglia di civiltà. Abbiamo superato le 100mila firme e non ci fermiamo qui. E chiederemo al Presidente del Consiglio e al nuovo Ministro della Salute una legge sul diritto all’oblio oncologico.

Una nuova iniziativa della società scientifica sono le survey, che permettono di cogliere diversi punti di vista su vari temi. Dall’altro lato vi sono le 33 Linee Guida AIOM, che costituiscono un motivo di orgoglio: al 15 settembre 2022, sono stati scaricati dal sito aiom.it 2.825.531 pdf. Il Presidente eletto Francesco Perrone è chiamato in questi mesi al prezioso lavoro di riordino di questi importanti documenti. Parte integrante dell’attività di AIOM è anche quella svolta dal WG Infermieri in Oncologia, coordinato da Giovanni Micallo, dal WG Coordinator Ricerca Clinica, coordinato da Oriana Nanni e dai coordinatori delle Sezioni Regionali AIOM, che hanno svolto un enorme lavoro. Cosa abbiamo in programma nel 2023? Innanzitutto, un ciclo di webinar sulla vaccinazione anti-herpes zoster in collaborazione con SIMIT e SITI. Continua il progetto ‘Neoplasiadonna’ per sensibilizzare la popolazione femminile sulla diagnosi e prevenzione e il ciclo di webinar sull’immunoncologia indirizzati ai pazienti. Presenteremo a breve la nuova edizione dei ‘Numeri del cancro in Italia’. E continueremo a gestire le criticità, perché il peso degli adempimenti burocratici penalizza la nostra professione. E l’anno prossimo avremo il primo corso sugli studi clinici in collaborazione con ASCO. Siamo sempre più una società scientifica internazionale!

Tante le attività che ci aspettano e vi invito a fissare nel calendario una data, 10-12 novembre 2023: l’appuntamento è a Roma per il Congresso dei 50 anni di AIOM.

Saverio Cinieri, Presidente Nazionale AIOM