ServiziMenu principaleHome
Home > VIRTUAL EDITION 2021 > Newsletter congressuali > Quaderno del Congresso - 5 novembre > ECCO I NOMI DEI VINCITORI DEI PREMI AIOM 2021

ECCO I NOMI DEI VINCITORI DEI PREMI AIOM 2021

Le consegne sono avvenute durante la cerimonia inaugurale

Venerdì in Auditorium, durante la cerimonia inaugurale, Giordano Beretta (presidente AIOM) e Saverio Cinieri (presidente eletto AIOM) hanno consegnato i Premi AIOM 2021.

Il Premio alla Carriera “Gianni Bonadonna” è stato vinto da Riccardo Rosso. “Direttore di una delle prime divisioni di oncologia istituite in Italia ha creato un modello di unità operativa in grado di determinare importanti progressi in più campi dell’oncologia: dai tumori testa-collo ai tumori della mammella e dell’ovaio - si legge nelle motivazioni -. La scuola di oncologia ha contribuito alla formazione di leader riconosciuti a livello nazionale ed internazionale”.

Alfredo Falcone si è invece aggiudicato il Premio “Promozione dell’attività di ricerca clinica in Italia”. Il professore è stato premiato: “per le sue idee che hanno rivoluzionato lo scenario terapeutico del tumore del colon-retto. Per le sue ricerche di altissima qualità che hanno permesso di allungare la sopravvivenza dei pazienti. Per il contributo nella personalizzazione delle cure e per lo schema di chemioterapia FOLFOXIRI/bevacizumab, oggi inserito in tutte le linee guida nazionali ed internazionali”.

Giunto alla seconda edizione il Premio “Dino Amadori” è dedicato ad un oncologo che si è prodigato in attività sociali e umanitarie. Il vincitore è stato Lucio Crinò. La giuria dell’AIOM ha voluto premiarlo perché rappresenta: “un esempio e un riferimento non solo per le indubbie capacità di medico e scienziato dimostrate nel corso di una carriera esemplare, ma anche per la straordinaria azione umanitaria nell’ambito del progetto a sostegno delle attività di oncologia medica in aree geografiche svantaggiate come quelle dell’Africa Sub-Sahariana, ed in particolare dell’area di Mwanza in Tanzania”.

Sempre in Auditorium, si è anche svolta la consueta premiazione per i giornalisti che si sono distinti nella divulgazione scientifica sul cancro. Il Premio giornalistico AIOM “Giovanni Maria Pace” è giunto quest’anno alla ventesima edizione. La giuria per il 2021 ha scelto di premiare Daniela Minerva e Michele Musso. Editorialista de La Repubblica e Direttore responsabile della piattaforma multimediale Salute di La Repubblica, la Stampa e GNN, Daniela Minerva ha collaborato a diverse testate nazionali. Ha ricoperto incarichi di primo piano nel mondo del giornalismo, è stata vicedirettore del mensile “Sapere” e vicecaporedattore responsabile dei settori “Science, Medicina e Salute” del settimanale “L’Espresso”. Michele Musso è Direttore responsabile di HealthDesk e Presidente di WHIN (Web Health Information Network, Associazione informazione medico-sanitaria web). Ha collaborato per 15 anni con l’agenzia ANSA ed è stato caposervizio al Giornale del Medico. Entrambi i giornalisti sono stati premiati per la passione, competenza e precisione con le quali affrontano il lavoro giornalistico in campo medico-scientifico.

Infine giovedì pomeriggio, nell’ambito della giornata pre-congressuale, si è svolta la sesta edizione del premio “Oncologia e Cinema”. Il concorso è promosso da AIOM e Fondazione AIOM e ogni anno i film che partecipano al bando sono valutati da una giuria composta da personale laico, sanitario e del mondo del cinema (registi, attori, clinici, infermieri, giornalisti, psicologi e pazienti). Per l’edizione 2021 i tre migliori cortometraggi, selezionati dalla Giuria, sono stati:

1° Classificato: Olimpia

Creato da Manuela Jael Procaccia, Silvia Novello
Regia: Alessandro Casale

2° Classificato: Donna oltre il cancro

Regia: Francesco Sciacca

3° Classificato: La scatola del tempo:

Una produzione Associazione culturale “La scatola del tempo”
Regia: Marco Tumbiolo