ServiziMenu principaleHome

SAVERIO CINIERI ALLA GUIDA DELL’AIOM

Gli obiettivi del prossimo biennio: più comunicazione, campagne di prevenzione, ricerca, attività con associazioni di pazienti e collaborazioni internazionali

Intensificare le campagne di prevenzione e la comunicazione. Maggiore apertura al mondo delle associazioni dei pazienti. Favorire il più possibile la promozione della ricerca medico-scientifica e le collaborazioni internazionali. Sono questi i tre principali punti programmatici della nuova presidenza AIOM per il prossimo biennio.

Ad annunciarlo, al termine del congresso nazionale AIOM 2021 è stato il Presidente Saverio Cinieri. Il neo presidente avrà al suo fianco nella giunta Francesco Perrone come Presidente Eletto, Massimo Di Maio come Segretario Nazionale e Antonio Russo nelle vesti di Tesoriere. Il Direttivo Nazionale 2021/2023 è composto da: Ugo De Giorgi, Rossana Berardi, Rita Chiari, Nicola Silvestris, Filippo Pietrantonio, Matteo Lambertini, Marcello Tucci e Giuseppe Curigliano.

“Sarà un grande onore per me presiedere l’AIOM nei prossimi due anni e ringrazio di nuovo tutti i soci per la fiducia che mi è stata concessa - ha sottolineato Saverio Cinieri -. Eredito un’Associazione in crescita, che può vantare 2.422 soci e, per questo, faccio i miei complimenti al direttivo uscente e al Past President Giordano Beretta. Abbiamo dovuto affrontare e gestire un evento tragico e molto difficile come la pandemia, ciononostante le nostre attività sono proseguite”.

“Il futuro dell’AIOM è ora - ha aggiunto il neo Presidente -. Vogliamo aprirci ulteriormente ai cittadini attraverso campagne educazionali ed informative rivolte soprattutto alla prevenzione oncologica e agli stili di vita corretti. Intendiamo farlo anche aumentando la collaborazione con la Fondazione Insieme contro il Cancro. È nostra intenzione poi cooperare con le associazioni di pazienti incrementando le sinergie già in atto, anche attraverso la Fondazione AIOM. Per raggiungere sempre più malati, caregiver e cittadini d’ogni fascia d’età è fondamentale il ruolo della comunicazione. Prioritario deve essere intensificare i rapporti con i media scientifici e tradizionali in modo che la voce della nostra Associazione sia rappresentata in maniera corretta e ai massimi livelli. Particolare attenzione dovrà essere rivolta alla presenza di AIOM sui social media, che sono strumenti d’informazione imprescindibili con i quali dobbiamo lavorare, anche per contrastare le notizie false che circolano on line sul cancro. Bisogna stimolare la crescita del canale You Tube AIOM- TV come veicolo di trasmissione dei nostri eventi e attività”.

“Per quanto riguarda le attività scientifiche - ha poi sottolineato Cinieri -, AIOM deve interessarsi anche alla ricerca traslazionale per diffondere le ricadute sulla clinica. In questo ambito sono necessari rapporti più stretti con FICOG per stimolare la ricerca clinica, soprattutto quella indipendente. A livello internazionale la nostra Società può vantare consolidati rapporti con ESMO, ASCO e associazioni mediche dell’America Latina. Tutte queste collaborazioni, avviate soprattutto a livello di ricerca e di attività formative, devono essere potenziate. Infine, auspichiamo una ancora più proficua cooperazione con le istituzioni politiche e sanitarie. Questo deve avvenire non solo a livello di Stato centrale in quanto la gestione della sanità italiana è in gran parte delegata alle varie Regioni. I coordinatori regionali neoeletti devono essere i rappresentanti di AIOM negli assessorati, nelle agenzie e sul territorio e il loro compito è fondamentale”.